5 errori da evitare nella progettazione di un ristorante

  • In un ristorante oggi il format è importante quanto il food
  • la planimetria, l identità, l'acustica, l'ordine e la cura sono alcuni aspetti da tenere sott'occhio.

In ogni ristorante la progettazione è da curare con estrema attenzione non solo per il fattore estetico in sé, ma per riuscire a creare quell’atmosfera che ogni locale dovrebbe trasmettere ai suoi clienti. Se la cura nella proposta della cucina è sicuramente uno degli aspetti che può portare il locale verso il successo, in molti casi l’immagine è in grado di dare quella spinta necessaria a differenziarlo dagli altri. Nessuno si offenda  se mettiamo qualità del cibo e valore del design sullo stesso piano perché spesso il gusto e la vista devono essere contemporaneamente soddisfatti.

Da qui un piccolo ‘vademecum’ da tenere sempre a mente quando si decide di aprire un locale perché quando ci si rivolge al pubblico niente deve essere trascurato.

1. L'importanza della planimetria. Una planimetria inefficiente ostacola il personale e non soddisfa la clientela. L’errore più comune è quello di non offrire una capacità di posti a sedere sufficiente o di posizionare i tavoli in zone sbagliate, ad esempio dove converge molto traffico. Lo spazio è denaro quindi è fondamentale ottimizzarlo al massimo, dalle cucine ai magazzini, per aumentare l’efficienza del ristorante.

2. Non avere identità. Ogni elemento d’arredo - dalle sedie ai tavoli, dagli infissi alla corretta illuminazione - deve essere pensato e deve veicolare l’identità del locale. Possibilmente, è meglio evitare decorazioni inutili (e magari polverose!) che non aggiungono nulla al racconto del marchio, del suo posizionamento, della sua personalità. Avere in mente il concept del proprio locale è importante, renderlo chiaro lo è ancora di più.

3. Trascurare l’acustica. Vi piacerebbe trascorrere una serata senza riuscire a capire che cosa dicono vostri amici? Oppure in un luogo dove tutti possono ascoltare quello che dite? Il giusto arredamento può ovviare a molti inconvenienti, tra cui un’eco sconvenente.

4. Ordine! Ordinato, non spoglio, accogliente ma non ridondante: la personalità di un locale appare già dal suo ingresso. E non deve mai dimenticare che il suo scopo è quello di accogliere la clientela. All’ingresso come in tutte le sale. E tutto ciò che è ‘servizio’ nascosto alla vista del cliente.

5. La cura dell’esterno. L’esperienza della clientela inizia ben prima dell’ingresso al ristorante: segnalazioni poco chiare, location difficili da raggiungere, parcheggi insufficienti (o al contrario sempre vuoti) sono dei deterrenti. E’ importante fare manutenzione, pulire gli spazi e curare l’illuminazione anche all’esterno del locale: anche qui ogni elemento contribuisce a comunicare il concept del locale. Anche la cura dei dettagli diventa un fattore determinante. Ad esempio non esporre il menù all’esterno del locale o esporlo in bacheche rovinate comunica un senso di poca cura e rende il locale poco interessante.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright AUGUSTO s.r.l.
Photo credit: Joe Ginsberg

SIGEP Rimini Fiera di Rimini, Expo Centre, Italia
Beer&food attraction FIERA DI RIMINI, EXPO CENTRE, ITALY
Gulfood dubai Dubai World Trade Centre, Dubai, UAE
Identità golose Milano MiCo Milano congressi, Italy
MAPIC Italy MiCo Milano Congressi, Italy
MiCo Milano
Host Milano Fieramilano
MAPIC Cannes Palais des Festivals, Cannes, France
Let's meet up!

You can find us at the most relevant fairs.

info@augustocontract.com